mercoledì 12 marzo 2008

Salviamo il petrolio


Avviso: ManuBlog ha cambiato indirizzo.
Potete trovarlo all'indirizzo http://manublog.org


Il 2006 è un anno speciale.
No, non per lo scudetto dell'Inter.
Il 2006 è l'anno in cui è stato raggiunto il picco della produzione mondiale di petrolio.
Questo, almeno, è cio che sostiene l'Energy Watch Group, un autorevole centro di studi tedesco, il quale, sulla base delle analisi della produzione mondiale dell'oro nero, ha notato uno stazionamento in termini di consumi negli ultimi anni (la produzione si è assestata ad 81 milioni di barili al giorno) ed ha previsto una graduale discesa (58 milioni nel 2020, 39 milioni nel 2030). La naturale conseguenza di tale situazione non può che essere l'aumento del prezzo del greggio. Dal punto di vista prettamente economico, se un bene è richiesto (ed è evidente come oggi il petrolio sia necessario in gran parte delle attività umane) ma vi è una scarsità di tale bene, il suo prezzo è destinato a salire. Ed è esattamente quello che sta accadendo tutti i giorni. Il prezzo del petrolio ha realizzato stamani un altro record (anche se ormai non fa più notizia dal momento che accadde tutti i giorni), giungendo addirittura all'astronomica cifra di 108.50 dollari al barile. Le possibili conseguenze a tutto ciò sono ovviamente tutte terribili e nefaste, si va dall'obbligo di usare la bicicletta, all'uso forzato dei pannelli solari (i quali, secondo recenti scoperte, provocherebbero danni irreversibili al soppraciglio destro), ad un'aria pulita e respirabile (questo punto è particolarmente caro ai cittadini milanesi, i quali hanno dichiarato di sentire lo smog oramai come un amico, quasi un compagno di vita).
Oggi lancio la proposta SALVIAMO IL PETROLIO!
Alcuni anarchici ambientalisti da anni cercano di convincerci che il petrolio fa male, ma non è così! Questi boicottatori malvagi e senza scrupoli vorrebbero trasformare tutto il mondo in una distesa verde, con aria pulita e cibo sano. Brr...rabbrividisco al solo pensiero.. Dobbiamo ribellarci! Firma anche tu per la campagna SALVIAMO IL PETROLIO!

Ci sono addirittura 2 commenti!!


Generazione V ( 12 marzo 2008 21:55 )

è il vero problema dai cui derivano tutte le guerre...anche quelle dimenticate...vedi quello che succede nel darfur e nel ciad.
il nuovo campo di battaglia di cui nessuno parla tra la cina e gli usa.
complimenti per il blog

Manu (12 marzo 2008 23:51 )
No!!!!!!!! Non sarai uno di quelli schifosi no-global che credono che le guerre si combattono per il petrolio?! ;-)
Ti ringrazio per i complimenti..

Articoli correlati


Lascia un commento





Some rights reserved by ManuBlog. Powered by Blogger
Autore: Manu / Feed: Rss 2.0 / Technorati Profile
Blog under Creative Commons License